Una “folle” settimana

Ci sono persone che in un modo o in un altro riescono a entrarti dentro. Cercare di farle uscire è spesso molto difficile, anche se si ha la consapevolezza che è l’unica cosa giusta da fare. Ci sono persone che riescono a fare uscire il meglio di noi stessi, senza che loro facciano nulla, basta la loro presenza. Non mi era mai capitato di non poter prendere sonno, di uscire in piena notte per cercare di pensare a qualcos’altro, di mettermi sulla strada del lavoro 3 ore prima dell’inizio del turno, di perdere la testa cosi clamorosamente. Prigioniero della mia follia e della mia coscienza, messo con le spalle al muro dalla realtà delle cose, che in parole povere vuol dire non poter avere quel che si desidera, per decine di motivi.. tutti validi. Non è semplice cercare di razionalizzare, quando ti senti bruciare dentro, quando nella tua mente c’è solo lei, nient’altro che lei…. quando nello stesso tempo sai benissimo che non potrai mai averla, che non puoi nemmeno dirglielo quello che senti, quello che provi ogni volta che la guardi negli occhi… anche se lei non ha bisogno che tu lo dica, l’ha gia capito…e questo fa ancora piu male…  L’amore non ha età… bella frase… fosse cosi semplice… Tempo fa ero convinto che l’amore quando è molto forte non può essere controllato da nessuna legge o regola umana…  poi si cresce… in fondo l’ho sempre saputo, quello che stavo vivendo era solo un utopia, per 7 giorni non sono riuscito ad accettarlo, ho sognato, ho creduto, ho sperato, mi sono illuso, poi mi sono svegliato..  Quando  lasci andare via una persona importante.rimane un vuoto che cerchi di colmare in qualche modo con le cose che è riuscita a darti, a donarti… e bisogna accontentarsi…e io mi accontento… perchè in una sola settimana tutto quello che avevo dentro è uscito fuori in musica, e scrivere una canzone non è poi cosi semplice… ecco… mi rimane questo… ricordo di una settimana di follia totale… messa nero su bianco… in parole e note… Comunque sia andata… ne è valsa la pena…

Lascia un commento