Risonanze Magnetiche Ascoli Piceno: Pomeriggi Chiusi per Carenza di Personale E La Natalini Non Se Ne Va

A causa della carenza di personale, il reparto di Radiologia dell'Ospedale Madonna del Soccorso di Ascoli Piceno ha annunciato la sospensione temporanea del servizio di risonanza magnetica pomeridiana durante i mesi estiviA causa della carenza di personale, il reparto di Radiologia dell’Ospedale Madonna del Soccorso di Ascoli Piceno ha annunciato la sospensione temporanea del servizio di risonanza magnetica pomeridiana durante i mesi estivi. La decisione, presa dalla direzione dell’Azienda Sanitaria Territoriale (AST), ha provocato la dura critica dei sindacati e dei esponenti politici locali.

Fp Cgil, Cisl Fp, Nursing Up, Fials e Ugl Salute denunciano la “sfrenata razionalizzazione del personale” attuata dall’AST, che ha portato alla mancata sostituzione di 5 tecnici di radiologia, tra dimissioni e pensionamenti. Questa carenza ha determinato la chiusura del servizio RMN pomeridiano e la presenza di un solo tecnico notturno. I sindacati sottolineano inoltre l’impatto negativo sulla qualità del lavoro del personale restante, costretto a turni extra con costi aggiuntivi per l’azienda (circa 480 euro a turno).

L’onorevole Augusto Curti del PD critica aspramente la politica sanitaria regionale. Secondo Curti, le segnalazioni degli utenti evidenziano difficoltà nel prenotare visite ambulatoriali, anche con tempi di attesa già lunghi. Inoltre, la mancata sostituzione dei tecnici di radiologia ha comportato la chiusura pomeridiana del servizio RMN e la carenza di personale notturno. Curti definisce la situazione “emblematica dell’inconsistenza di una pianificazione inqualificabile” in materia di risorse umane.

Nonostante la vittoria del concorso per primario delle cure primarie all’Usl di Reggio Emilia, la direttrice generale dell’AST, Nicoletta Natalini, ha assicurato ai suoi collaboratori che non lascerà la direzione dell’Ast di Ascoli Piceno.

La sospensione del servizio RMN pomeridiano comporterà disagi per i cittadini che necessitano di questo esame. I pazienti saranno costretti a rivolgersi a strutture private, con un aggravio dei costi sanitari.

Al momento non è stata definita una data per il ripristino del servizio RMN pomeridiano. La situazione rimane preoccupante e desta forte preoccupazione tra la popolazione e il personale sanitario.

Lascia un commento