Pecoroni

Innanzitutto, prima di iniziare il vero argomento di questo articolo di oggi, devo fare alcuni appunti. Per prima cosa questo è il 47’ articolo che scrivo per il blog (47 morto che parla??? Mi auguro di no!!), secondo devo dire che scrivere mi sta appassionando sempre di più e terzo ma non meno importante (anzi l’avrei dovuto mettere per primo) ringrazio Emidio che mi permette di mettere i miei articoli nel suo blog. Grazie Emidio!!
Iniziamo l’argomento di oggi: pecoroni??? Perché questo titolo strano??? Vi spiego: stavo leggendo notizie su vari giornali su internet quando mi casca l’occhio su una notizia che a me ha fatto letteralmente cadere le braccia a terra. Apro per capire se avevo letto bene e purtroppo era così: un ragazzo era stato in fila per non so quanto tempo, accampato come un barbone davanti ad un negozio Apple per acquistare il nuovo Iphone 6 e, quando esce, viene intervistato essendo il primo ad averselo aggiudicato e nell’euforia di scartarlo gli è caduto a terra!!!!!!!!!!!!!!!!!! Fortunatamente non si è rotto e il ragazzo se ne è andato tutto contento ma la cosa che mi sconcerta di più è un’altra, non la sbadataggine di tale individuo. La cosa che più mi fa cascare le braccia è il fatto di come in questa società moderna dove molti dicono di essere solo loro a decidere cosa comprare, cosa mangiare, cosa indossare, dove andare, etc…. essi stessi sono i primi a seguire la massa, guardate appunto l’episodio sopracitato del telefonino. Sempre riguardo a tale scia di compere un altro individuo è rimasto 11 giorni in fila per accalappiarsi questo ultimo modello di smartphone. Allora non è stato in fila per un lavoro, non è stato in fila per un tozzo di pane, non è stato in fila per pagare una bolletta o per fare un’analisi all’ospedale ma per uno smartphone!!! Allora premetto che non ho niente contro tali tecnologie in quanto ne uso ampiamente, sia esso pc, telefonino, etc… ma l’aspetto che più mi fa pensare sia come la gente segue tutto quello che fanno gli altri: tu compri quello, io pure, tu ti fai le vacanze li, io pure e così via. Non dico che tutti siano così, ci sono persone che comprano una data cosa o si vestono in un certo modo perché a loro piace così, ci mancherebbe, ma molti lo fanno solo perché è così che va la società e se su 2000 persone 1780 fanno in un certo modo i restanti 220 sono considerati strani, diversi. Da parte mia se una cosa mi piace la compro perché ha le caratteristiche che meglio mi si confanno e non perché lo comprano tutti; se poi quell’oggetto mi serve e lo hanno molte persone a me non cambia l’esistenza, su questo come su altri ambiti di vita. Ma fatevi un’identità personale, non andate dietro agli altri solo “perché lo fanno tutti”. La mia bisnonna (che donna!!) diceva: “Se tutti si buttano nel fosso, ti ci devi buttare pure tu???”. Sicuramente sante parole in quanto non è detto che se una cosa la fanno in molti sia quella giusta da parte nostra.
Pecoroni: stiamo alla larga da tali tipi di persone perché se non sanno nemmeno scegliere con la propria testa che cellulare comprare figuriamoci quando si tratta di questioni molto più serie, si arriverebbe a mettersi le mani nei capelli!! E soprattutto facciamoci una nostra vita, una sola, una che scegliamo noi e non qualcun’altro, non INVIDIANDO chi secondo noi sta meglio (e forse non è nemmeno così, anzi) ma apprezzando tutto ciò che abbiamo e vivendolo in pieno!!

Lascia un commento